Il futuro dei wearables: la tecnologia che indosseremo

Il 17 giugno dalle 10 è in programma al Tecnopolo Bologna CNR l’evento “Wearable: moda, sport, salute e benessere”, secondo appuntamento del ciclo di seminari “Impresa 4.0: opportunità e tecnologie per l’azienda che innova”, a cura di Camera di Commercio Bologna, Tecnopolo Bologna CNR e Laboratorio MIST E-R. Per questa occasione in particolare tra i nomi degli enti organizzatori figura anche il CLUST-ER CREATE, associazione di imprese, enti di ricerca, di formazione ed innovazione impegnate nell’integrazione fra tecnologia, creatività e cultura. Le wearable technolgies quindi al centro del dibattito, ma cosa s’intende per wearable? Wearable è un termine generico per identificare la tecnologia che può essere indossata sul corpo, sia come accessorio sia inserita in un capo di abbigliamento. Una tecnologia smart e molto gettonata, che si concilia perfettamente con i ritmi frenetici a cui si muove la vita nelle grandi città del pianeta. Grazie anche all’avvento nel mercato dei wearable di leader globali come Apple e Samsung, oggetti tecnologici e di design come gli smart-watch sono diventati un must per decine di milioni di utenti.

Non è un caso quindi che i wearable abbiano avuto un forte impatto sul settore della salute e del benessere, trattandosi di dispositivi elettronici, dotati di sensori, in grado di raccogliere ed elaborare segnali, successivamente visualizzati sotto forma di dati facilmente interpretabili e da condividere in rete. I wearable sono applicati nel wellness/sport, nel biomedicale e di recente anche in ambito fashion.Infatti ormai i players del settore tecnologico guardano alle tendenze dettate dalla moda come fonte d’ispirazione per rendere “trendy” il design delle ultime tecnologie, un discorso valido soprattutto per i wearables. Per questo l’industria tessile sta introducendo sistemi tecnologici per creare tessuti smart in grado di svolgere una specifica funzione (es: rilevare la temperatura, l’umidità, segnali gps, migliorare la visibilità durante le ore notturne).

L’incontro del 17 giugno avrà lo scopo di presentare alcuni esempi di tecnologie indossabili applicabili ai settori della moda, dello sport, della salute e del benessere.

PER ADERIRE: www.bo.camcom.gov.it/it/formazione/seminari
Segreteria organizzativa: CTC Azienda Speciale della Camera di commercio di Bologna. Tel 051 6093.200 – Mail: seminari@bo.camcom.it

 

A seguire il programma dell’evento:

10:00 – 10:15 Saluti istituzionali CCIAA e Tecnopolo BOLOGNA CNR 10.15 – 11:45 Interventi

  • –  CLUST-ER CREATE. Incontrarsi in una logica di open innovation puntando sull’integrazione fra tecnologia, creatività e cultura. Massimo Garuti – CLUST-ER Manager
  • –  Progetto “WE LIGHT WEarable LIGHTing for smart apparels”Realizzazione di dispositivi integrati in capi d’abbigliamento sportivo. Joanna Maria Malicka – Ricercatore MIST E-R
  • –  Piattaforme open-source per lo sviluppo di progetti nel wearable. Introduzione alle tecnologie a disposizione per le nuove opportunità di business. Anna Vianelli – Ricercatore MIST E-R
  • –  Il wearable per uno stile di vita sano ed indipendente. Piattaforme tecnologiche indossabili per la misurazione dei parametri fisiologici o biochimici durante l’attività motoria. Anna Sagnella – Ricercatore MIST E-R
  • –  Analisi del sudore attraverso biosensori tessili per il monitoraggio della disidratazione. Franco Bercella – CEO, Biometrica srl 12:00-12-30 – Visita ai laboratori del Tecnopolo Bologna CNR 12:30 – Chiusura dei lavori